La prima bottiglia di cui mi sono innamorato

E’ la prima bottiglia di cui mi sono innamorato e credo che a causa di quel vino io abbia iniziato ad amare l’enologia e i grandi vini italiani. Fu una poesia a colpirmi, la poesia di Giacomo Bologna che riassume perfettamente lo spirito di chi davvero ama la vigna, il contadino, il lavoro in cantina, le…

Details

Il figlio dell’Uccellone

L’aneddoto che lego al Bricco dell’Uccellone è la storia di un ragazzo in carne ed ossa,  quella di mio figlio Andrea. Andrea è “figlio dell’Uccellone”, come diciamo sempre ridendo io e Raffaella Bologna. Infatti 24 anni fa, grazie ai Bologna, conobbi la mamma di Andrea, Laura. Ci avevano fatto incontrare “per caso” mentre asciugavamo i…

Details

È riuscito a convertire alla Barbera una langhetta come me!

Ho iniziato a lavorare nel mondo del vino nel 1989. Mi sono subito appassionata a questo ambiente, ai suoi personaggi, alle sue storie. Anche se non ho mai conosciuto personalmente Giacomo Bologna, ho sentito innumerevoli e toccanti racconti su di lui, tali da far convertire alla Barbera una langhetta come me. Per me Giacomo è…

Details

Mi sono commosso assaggiando la prima annata

Il Bricco dell’Uccellone mi ha fatto diventare uomo. Mio padre raccontava di aver dedicato i suoi vini ai familiari. Così la Monella era Raffaella, la Bigotta era Anna, e a me aveva riservato l’eccellenza, il Bricco dell’Uccellone, per via delle mie grandissime doti… Assaggiando l’annata ’82, in una verticale del gennaio scorso a Milano, mi…

Details

A tavola insieme al ministro e alla sua scorta

Eravamo a metà degli anni Ottanta. Mio zio vendeva le uve a Giacomo, che sceglieva le partite migliori sulla collina tra Rocchetta Tanaro e Masio. Io non ero ancora maggiorenne e ricordo un giorno che, mentre lavoravamo, da una macchina della polizia in borghese scesero dei poliziotti che scortavano il ministro Goria. Il ministro e…

Details

L’unità di misura tra i vini

Ho vissuto intensamente questo vino, il Bricco dell’Uccellone. E Giacomo Bologna anche, ho dormito con lui, ho viaggiato con lui, mi ha fatto conoscere il mondo. E’ accaduta questa cosa importante, dall’85, quando è uscito il Bricco dell’Uccellone sul mercato. C’erano solo poche bottiglie della vendemmia 1982, ma allora, nei paesi attorno a Rocchetta Tanaro,…

Details

Tra le viti del Bricco dell’Uccellone

Lavoro qua da circa due anni e mezzo e quando ho iniziato non sapevo bene cosa avrei trovato, se non la fama che si portava dietro il Bricco dell’Uccellone. Mio nonno faceva vino, io mi sono subito appassionata a questo mondo, ho studiato per capirlo meglio, poi ho iniziato a lavorare nell’ambiente e con il…

Details

I nostri due ottavini di brenta del ’92

Come fare ad aspettare 16 anni? I nostri due ottavini di brenta del Bricco dell’Uccellone ’92 erano lì, chiusi a chiave, in attesa di “crescere” e di diventar “grandi” come noi. Non potevamo sapere che valore c’era dentro queste bottiglie, quasi più grandi di noi! E così abbiamo capito e apprezzato questo vino, che ci…

Details

Tanta roba

Era il 10 novembre 2004… Rio de Janeiro. Tanto, tanto lavoro ma tanto, tanto e ancora tanto divertimento durante un Vinexpand Tour che non poteva che rimanere nel cuore di tutte le aziende partecipanti. Lunghe nottate insieme, poche ore di sonno e lunghissimi tasting nei quali, tra una spiegazione e l’altra, c’era sempre tempo per…

Details

Il precursore della caccia al vino novello

Andai a trovare Giacomo alla fine degli anni Ottanta. Sarà stato l’87. Ero con mio fratello Osvaldo e alcuni amici. Cominciammo a bere Bricco dell’Uccellone. Lui era fantastico, come sempre. Arrivò un suo amico con un vassoio di amaretti e Giacomo aprì un altro Bricco e disse: “Con il dolce la Barbera è l’abbinamento migliore”.…

Details